MGP Cuneo - Movimento Giovani Padani della Provincia di Cuneo

Lega, Calderoli; Isaia: “persona specchiata e lavoratore senza pari E da assessore dico: la caccia che abolirei è quella alle streghe”

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Dichiazione di Stefano Isaia – Segretario Provinciale Lega Nord

Credo di poter parlare, com’è costume mio personale e di tutti gli iscritti e militanti della Lega Nord, in tutta sincerità sulle ultime vicende di cronaca.

Lo posso fare, essendo parte d’un movimento che non ha infilato la testa nella sabbia ma che ha preso e sta prendendo provvedimenti immediati e forti. Pane al pane, vino al vino dunque! Chi ha sbagliato ha già pagato o pagherà, senza sconti né indulgenze. Chi non ha sbagliato o chi, semmai, ha brillato per trasparenza e dedizione al lavoro, non deve pagare alcunché, tantomeno sull’altare di un’informazione scandalistica che sta inscenando campagne giustizialiste degne delle peggiori pagine della nostra storia. Mi riferisco a Roberto Calderoli, che si è sempre dimostrato persona specchiata sia nei suoi ruoli di uomo delle Istituzioni, sia nei compiti di partito.

Leggi tutto...

Volantinaggio MGP a Bra

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Venerdì mattina, per tutta la mattinata, presso il mercato cittadino è stato allestito un banchetto della Lega Nord per informare i braidesi a proposito dell'incontro di giovedì 26 aprile presso il Movicentro di Bra (adiacente alla stazione FS) dal titolo:
"Il Piemonte guarda al lavoro: le nuove opportunità di crescita" a cui interverranno l'assessore regionale al lavoro Giordano, la presidente della provincia Gancia, il presidente del consiglio provinciale Bergesio, il senatore Davico e altri esponenti locali. A moderare l'evento sarà presente il consigliere regionale Gregorio.
"Il volantinaggio dei giovani padani di questa mattina è stato intenso e molto utile - spiega il coordinatore locale MGP Luca Cravero - poichè, come sempre, siamo scesi in mezzo alla gente a testa alta spiegando il nostro operato in un momento in cui l'attenzione verso il movimento è perlopiù dettata dalla campagna mediatica spesso e volentieri diffamatoria basata su argomentazioni caduche e non ancora accertate. Ci siamo confrontati con la gente per cogliere le esigenze e abbiamo spiegato come la giunta Cota sta operando per ridare linfa al sistema economico e lavorativo piemontese, ricevendo peraltro il plauso dell'arcivescovo Nosiglia per il sostegno dato a lavoratori e imprenditori".

Fango sulla Lega

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

CALDEROLI: “VERSO 3000 EURO AL MESE ALLA LEGA, MI PAGO LE SPESE E BENEFICIO DI UNA CASA-UFFICIO PER SVOLGERE IL MIO INCARICO PER IL MOVIMENTO A ROMA”

“Siamo all’incredibile.
Si viene infangati per aver fatto il proprio dovere, per aver lavorato e tanto!
E tutto questo senza aver mai preso un euro di stipendio, per aver lavorato sette giorni su sette, tutte le settimane dell’anno!
Mi si infanga per aver avuto in dotazione da parte del movimento una casa-ufficio dal costo di 2200 euro al mese, quando io ne verso mensilmente 3000 di euro alla Lega Nord.
Come ho già spiegato nelle scorse settimane da 10 anni svolgo l’incarico di Coordinatore delle Segreterie Nazionali della Lega Nord, incarico che mi ha portato a lavorare quasi sette giorni alla settimana, tutte le settimane dell’anno, feste, sabati e domeniche compresi, con una media di quasi 100mila km l’anno, girando in lungo e in largo su tutto il territorio nazionale.

Per questo mio lavoro non ho mai percepito un’indennità e per anni il movimento mi ha soltanto riconosciuto un rimborso per le spese sostenute, rimborso che è stato costantemente e totalmente devoluto al movimento stesso.

Da un anno e mezzo la Lega Nord ha sottoscritto un contratto di affitto per un appartamento a Roma che è stato dato in uso a me, come mia residenza e mio ufficio dove poter incontrare, anche riservatamente, i vertici del movimento e delle altre forze politiche.

Leggi tutto...

CAVALLOTTO (LN), ACCUSE A CALDEROLI FANNO PERDERE DI CREDIBILITA’

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

“Usare la macchina del fango per colpire chi, come Roberto Calderoli, ha dedicato la propria vita alla Lega è un comportamento scorretto e vigliacco. Gettare accuse infamanti e prive di fondamento serve solo a far perdere di credibilità chi si ritrova coinvolto in certe operazioni”.

Lo dichiara il deputato della Lega Nord, Davide Cavallotto, coordinatore dei Giovani Padani del Piemonte.
www.davidecavallotto.com

Aperitivo MGP per Claudio Sacchetto Sindaco

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Domenica 22 aprile alle ore 17:30 al Relais Cuba in Piazza Europa 14 (Cuneo) si svolgerà l'aperitivo con i giovani candidati Lega Nord alle elezioni Comunali del 6-7 maggio (Mattia Pellegrino, Umberto Brignone, Fabrizio Zocca).

Saranno presenti:

-Claudio Sacchetto (candidato Sindaco a Cuneo);

-Lucio Brignoli (Coordinatore Federale MGP);

-On. Davide Cavallotto (Coordinatore Nazionale MGP Piemont)

-Alessandro Vigna (Vice Coordinatore Federale MGP)

Manifestazione MGP a Genova,giovani padani di Cuneo presenti per Edoardo Rixi Sindaco!

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Manifestazione MGP a Genova, Giovani Padani di Cuneo presenti per Edoardo Rixi Sindaco!

I Giovani Padani e la “rivoluzione delle scope”

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

E’ stata la serata dell’orgoglio e delle grandi emozioni, quella in cui i militanti della Lega Nord si sono stretti attorno a Umberto Bossi per rinnovargli la stima, la fiducia e la gratitudine per tutto il lavoro svolto. Quella di martedì 10 aprile però è stata anche la notte della voglia di rinnovamento, della sete di giustizia, e dell’unità del Movimento. Parte dalla fiera di Bergamo infatti la “rivoluzione delle scope” dove i Giovani Padani si sono messi in prima linea per la difesa della Lega e per ribadire la propria volontà di fare velocemente pulizia di furbi, approfittatori e parassiti. In migliaia, armati di ramazze, i ragazzi che sono accorsi da ogni angolo della Padania per far vedere che la vera Lega è qualcosa di diverso da quanto è stato raccontato in maniera strumentale da molti media in questi giorni e per dimostrare che non si è disposti a perdonare chi, approfittando della buona fede di Umberto Bossi, ha leso alla sua immagine e alla rispettabilità di tutto il Movimento. Una selva di scope si è levata in alto per chiedere con fermezza, come hanno ribadito Lucio Brignoli e Eugenio Zoffili (coordinatori federale e lombardo del Movimento Giovani Padani), “pulizia ed espulsioni di chi infanga il buon nome della Lega”.

Leggi tutto...

LA REGIONE PIEMONTE E IL LAVORO: LE NUOVE OPPORTUNITA' DI CRESCITA

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

“Piemonte e lavoro: le nuove opportunità di crescita” , Giovedì  26 aprile a Bra convegno

Giovedì 26 aprile alle ore 21.00 si terrà presso il Movicentro di Bra il convegno “Piemonte e lavoro: le nuove opportunità di crescita”, organizzato dal Gruppo regionale Lega Nord in collaborazione con la sezione locale del Movimento.

L’Assessore regionale allo Sviluppo economico Massimo Giordano presenterà le iniziative concrete che la Regione Piemonte ha disposto a servizio delle imprese per favorire il rilancio dell’economia locale, in un’ottica di innovazione e competitività, di semplificazione amministrativa e di sostegno per l’accesso al credito

Interverranno, inoltre, la Presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia ed il Presidente del Consiglio provinciale Giorgio Bergesio, che illustreranno rispettivamente l’attuale panorama della Granda dal punto di vista economico e la situazione delle imprese agricole nella nostra provincia. Il Senatore braidese Michelino Davico analizzerà l’impatto di IMU e nuove imposte sull’imprenditoria.

Leggi tutto...

Gianna Gancia eletta presidente del Consiglio piemontese della Lega

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

«Sono stati il presidente Roberto Cota e altri dirigenti e amici piemontesi della Lega Nord a chiedermelo. Ho ritenuto mio dovere accettare, specialmente in un momento come questo, in cui serve il massimo impegno di tutti». Così il presidente della Provincia di Cuneo Gianna Gancia stasera, subito dopo essere stata eletta al vertice del Consiglio nazionale piemontese della Lega Nord. Sostituisce nell’incarico il parlamentare europeo Mario Borghezio.

Nel Consiglio del suo partito potrà contare sul sostegno di diversi altri cuneesi, a partire dal segretario provinciale del Carroccio Stefano Isaia (anche assessore provinciale a Protezione civile, Caccia e Pesca), componente di diritto dell’assise. Così come dell’assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto, del parlamentare ed ex sottosegretario agli Interni Michelino Davico, del consigliere regionale Federico Gregorio, tutti anch’essi membri di diritto, e dello «storico» militante di Piozzo Gianni Mancardi, eletto al Consiglio dal recente congresso provinciale.

Claudio Sacchetto incontra i cittadini di Bombonina

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

Lunedì 16 aprile 2012, ore 21- Frazione Bombonina presso il Salone Parrocchiale

Il Candidato Sindaco della Lega Nord per la città di Cuneo, Claudio Sacchetto, inizia il percorso che lo porterà a incontrare tutti i cittadini delle diverse frazioni del Capoluogo.

La prima tappa è prevista per lunedì 16 aprile 2012 a Bombonina, alle ore 21, presso il Salone Parrocchiale.

L’incontro sarà l’occasione per dibattere sulle linee programmatiche, illustrare idee e progetti per i centri frazionali e, naturalmente, per raccogliere istanze e suggerimenti da parte dei cittadini partecipanti.

Nelle settimane a seguire il Candidato Sindaco Claudio Sacchetto proseguirà le serate nelle restanti frazioni del territorio.

IMU: la patrimoniale dei poveri

E-mail Stampa PDF
AddThis Social Bookmark Button

"Imu nella Granda vale 200 milioni Metà ai Comuni, metà allo Stato" tratto da -La Stampa- del 13 Aprile

L’ Imu, la nuova imposta sugli immobili,costerà in media 788 euro a ogni famiglia della Granda (sono 255.709, secondo l’Istat) e 359 euro pro capite. Da case, negozi, capannoni e stabilimenti in provincia di Cuneo, lo Stato conta d’incassare oltre 200 milioni di euro, più del doppio rispetto al 2011. La metà sarà trattenuta dai Comuni. L’anno scorso i contribuenti della Granda versarono nella casse pubbliche (Comuni e Stato) 95,4 milioni, ma si ragionava con la vecchia Ici, dove erano esclusi prima casa e fabbricati agricoli.

Il grafico che «La Stampa» pubblica in anteprima si basa sulle proiezioni del Viminale per i singoli Comuni. Anche se per la nuova imposta c’è confusione, con numeri discordanti. Gli stessi tecnici degli enti locali si basano su proiezioni: l’imposta introdotto dal Governo Monti prevede un conteggio complesso tra entrate effettive e compensi.

Se un Comune incassa di più di quanto previsto, avrà meno soldi dallo Stato attraverso il fondo perequativo. Un meccanismo mai applicato finora, per il quale non ci sono dati storici. Il documento del Ministero dell’Interno, però, presenta cifre indicative, in media più alte di quanto hanno previsto gli amministratori cuneesi e scritto nei bilanci di previsione.

Leggi tutto...

Pagina 53 di 59